Procedimenti AREA TECNICA

Titolare di Posizione Organizzativa: Zampari geom. Elena

Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Descrizione

La Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) consente al cittadino di eseguire immediatamente alcuni lavori edilizi di limitata entità, dopo aver presentato all'Amministrazione comunale un’apposita segnalazione, asseverata da un tecnico abilitato.

Sono realizzabili mediante SCIA gli interventi non assoggettati a permesso di costruire, né riconducibili ad attività edilizia libera, che siano conformi alle previsioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e alle altre norme aventi incidenza sull'attività edilizia (vedi art. 17 della L.R. 19/2009)

La SCIA è un titolo abilitativo edilizio, al pari della DIA e del Permesso di costruire, che si forma solo se sussistono tutte le condizioni e i requisiti previsti dalla normativa vigente.

Nella SCIA, in particolare, la verifica di tutte queste condizioni viene, dalla legge, completamente delegata al privato sotto la sua responsabilità.

Il privato cittadino, con il supporto del tecnico di fiducia, prima di presentare la SCIA, deve effettuare tutti gli accertamenti ed acquisire autonomamente la documentazione necessaria per la realizzazione dell'intervento. L'esistenza di tali presupposti e di tali requisiti viene poi autocertificata all'atto della presentazione.

L'amministrazione comunale nel termine di 30 giorni dalla presentazione, può effettuare verifiche e controlli ed eventualmente emettere un provvedimento di divieto di prosecuzione dell'attività.

Normativa di riferimento

-    L.R. 11 novembre 2009, n. 19

-    D.P.Reg. 20 gennaio 2012, n. 018/Pres.

-    Regolamento edilizio comunale

-    Piano Regolatore Generale Comunale

-    Norme Tecniche di attuazione del P.R.G.C.

Requisiti

La Segnalazione Certificata di Inizio Attività deve essere presentata da chi è titolare di un diritto reale sul bene immobile oggetto dell'intervento edilizio.

Si considerano tra i soggetti a cui è riconosciuto il diritto di eseguire opere edilizie, oltre il proprietario:
a) il titolare di diritti di superficie, usufrutto, uso e abitazione e di altri diritti reali;
b) l'affittuario di fondo rustico;
c) il concessionario di beni demaniali;
d) il titolare di diritti edificatori riconosciuti in un contratto o in altro atto giuridico riconosciuto dalla legge;
e) il destinatario di ordini dell'autorità giudiziaria o amministrativa aventi a oggetto l'intervento.

Documenti necessari

La SCIA va presentata utilizzando l’apposito modello predisposto dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, compilato in tutte le sue parti, a cui va allegato:
 -     relazione asseverazione di un tecnico abilitato;
 -     elaborati progettuali previsti dalla normativa vigente in relazione al tipo di intervento e alla zona di PRGC, a firma di tecnico abilitato;
 -     dichiarazione dei dati dell'impresa/e esecutrice/i dei lavori, copia della notifica preliminare, se dovuta, e una dichiarazione di aver verificato la documentazione prevista dalle lett. a) e b) dell'art. 90 del D.Lgs 9/4/2008 n. 81;
 -     autocertificazioni, redatte con le modalità previste dagli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, che attestano la presenza dei requisiti di legge necessari per la realizzazione dell'intervento edilizio;
 -     copia dei pareri o delle Autorizzazioni delle Amministrazioni preposte alla tutela dei vincoli ambientali, paesaggistici o culturali, se ricorre il caso;
 -     ricevuta dell'avvenuto pagamento dei diritti di segreteria;
 -     ogni altro documento elencato tra gli allegati nella modulistica della SCIA, ove ricorra il caso.

La documentazione va presentata all’Ufficio Protocollo del Comune di San Giovanni al Natisone.

Ufficio competente

- Ufficio Urbanistica Edilizia Privata e Patrimonio

Responsabile del procedimento

- P.I. Fuccaro Ambrogio 

Competenze

-     accertare che l'intervento rientri nei casi previsti dalla legge;
-     verificare la regolarità formale e la completezza della documentazione presentata;
-     verificare la correttezza del calcolo del contributo di costruzione in relazione all'intervento, se dovuto, ai sensi dell'articolo 29 della L.R. 19/2009;
-     adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa nel caso sia riscontrata l'assenza di una o più delle condizioni, requisiti e presupposti stabiliti dalla legge;
-    attestare sulla segnalazione certificata di inizio attività, su espressa richiesta del soggetto avente titolo, la chiusura dell'istruttoria.

Indirizzo - e-mail - recapiti telefonici

Indirizzo: Via Roma 144 – San Giovanni al Natisone

E-mail: urbanistica@comune.sangiovannialnatisone.ud.it

Recapiti telefonici: 0432939561 - 0432939562 - 0432939564

Orario

- Lunedì 15.00 – 17.30 – Mercoledì e Venerdì 10.00 -12.30

Termini per la presentazione dell’istanza

Nessuno

Efficacia temporale

Tre anni a decorrere dalla data di presentazione

Modulistica

- Link alla modulistica

Costi a carico del cittadino

- il contributo di costruzione, il cui importo viene determinato in relazione all'incidenza delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria e del costo di costruzione, secondo le tariffe vigenti;

- €. 30,00 per diritti di segreteria da pagarsi al momento della presentazione dell'istanza (Nel caso vengano versati in data successiva al deposito della S.C.I.A. e prevista una maggiorazione di €. 15,00).

Data revisione - Scadenza

Ultima revisione: 20 aprile 2015
Scadenza: nessuna