Canone Unico Patrimoniale (ex Tosap e Imposta Comunale sulla Pubblicità)

 

Dal 1° Gennaio 2021 è entrato in vigore il canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria (L. 160/2019) che riunisce in una sola forma di prelievo:

  • le entrate relative all’occupazione di aree pubbliche;
  • la diffusione di messaggi pubblicitari.

La stessa legge prevede inoltre l’istituzione del canone patrimoniale di concessione per l’occupazione nei mercati.

Il presupposto del canone è:

a) l’occupazione permanente o temporanea, di qualunque tipologia ed effettuata con qualunque mezzo o modalità, anche abusiva, delle strade, aree o degli spazi appartenenti al demanio o al  patrimonio indisponibile dell’Ente e degli spazi soprastanti o sottostanti il suolo pubblico, con esclusione di balconi, verande, bow-windows e simili infissi di carattere stabile. Il canone si intende dovuto anche per l’occupazione di spazi ed aree private soggette a servitù di pubblico passaggio o altri diritti demaniali (strade vicinali ad uso pubblico, servitù di uso pubblico, passaggi privati aperti colleganti direttamente due strade comunali, ecc).


b) la diffusione di messaggi pubblicitari, anche abusiva, mediante impianti installati su aree o spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti, su beni privati laddove siano  visibili da luogo pubblico o aperto al pubblico del territorio comunale, ovvero all’esterno di veicoli adibiti a uso pubblico o a uso privato.

 

La specifica disciplina di attuazione del canone è stata definita nel Regolamento, approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 2 del 22/03/2021.

Il pagamento del canone per le occupazioni permanenti di suolo, sottosuolo e soprassuolo, per le esposizioni pubblicitarie permanenti e per le occupazioni periodiche del mercato è stabilito come di seguito indicato:

a) rata unica: entro il 31/03/2022;

b) per importi superiori a Euro 1.500,00: versamento in tre rate (31 marzo, 31 luglio, 30 settembre) su richiesta dell’interessato.

Per quanto riguarda la modalità di pagamento, in attesa dell’attivazione della nuova modalità di pagamento prevista dall’art. 5 del D.Lgs. 07/3/2005, n. 82 (c.d. piattaforma PagoPa), si invita ad effettuare i versamenti con bonifico bancario presso la tesoreria comunale:

Banca di Cividale SPA filiale di San Giovanni al Natisone

 codice iban: IT 97 Z 05484 63741T20990405473

Per informazioni: Ufficio Tributi tel. 0432/939534

 

NOVITA' PER L'ANNO 2022

Con la legge di Bilancio per il 2022 è stata prorogata al 31 Marzo 2022 l’esenzione dal pagamento del canone unico per occupazioni effettuate dalle imprese di pubblico esercizio di cui all’articolo 5 della legge 25 agosto 1991, n. 287.

Viene altresì confermata l’esenzione dal pagamento del canone unico per gli spazi di somministrazione all’aperto temporanei ampliati o concessi ex novo in applicazione delle disposizioni straordinarie per il periodo di emergenza sanitaria.

Inoltre viene stabilita fino al 31 Marzo 2022 l’esenzione dal pagamento del canone unico anche per i titolari di concessioni o di autorizzazioni di commercio su aree pubbliche e degli “spuntisti” del mercato settimanale.

 

Deliberazione di nomina dei Funzionari Responsabili C.U.P.

Regolamento e tariffe